martedì 24 dicembre 2013

Parole di cura

      Ecco alcune frasi dell’intervista rilasciata ad agosto da papa Francesco al direttore della Civiltà cattolica: «Vedo con chiarezza che la cosa di cui la Chiesa ha più bisogno oggi è la capacità di curare le ferite e di riscaldare il cuore dei fedeli. Vedo la Chiesa come un ospedale da campo dopo una battaglia. È inutile chiedere a un ferito grave se ha il colesterolo e gli zuccheri alti! Si devono curare le sue ferite. (…) Sogno una Chiesa Madre e Pastora. I ministri della Chiesa devono essere misericordiosi, farsi carico delle persone, accompagnandole come il buon samaritano che lava, pulisce, solleva il suo prossimo (…). I ministri del Vangelo devono essere persone capaci di riscaldare il cuore delle persone, di camminare nella notte con loro, di saper dialogare e anche di scendere nella loro notte, nel loro buio senza perdersi ». Grazie davvero, papa Francesco. 
      Buon Natale a tutti.
         Maria D’Asaro (“Centonove”, n.48 del 20.12.2013)

6 commenti:

  1. Ciao Maria,
    si, grazie a Papa Francesco per le sue "vitamine" quotidiane, e tanti Auguri anche a te e famiglia di un sereno e gioioso Natale.
    gabriele

    RispondiElimina
  2. Tanti auguri di buon Natale anche a te, cara Maria!

    RispondiElimina
  3. @gabriele e Silvia: ricambio di cuore gli auguri.
    @Silvia: un abbraccio speciale a te e Mr.Keats!

    RispondiElimina
  4. Un augurio vero e dal cuore. Leila

    RispondiElimina
  5. Meno male che c'è Papa Francesco, quanto meno, in tanta desolazione!
    Tanti auguri!

    RispondiElimina
  6. @Leila: ricambio con affetto gli auguri e li estendo alla tua bella famiglia. Spero di incontrarti presto. Un abbraccio.
    @Alfa: grazie a papa Francesco e auguri cordiali anche a te!

    RispondiElimina