venerdì 18 luglio 2014

Scambi culturali PA-GR …

Grosseto - Chiesa del Sacro Cuore
La notizia è apparsa sul quotidiano “Il Tirreno” il 24 maggio scorso: i vigili urbani di Grosseto hanno multato i titolari di un bar perché, con due casse esterne, animavano con musica una cena/aperitivo, ideata per raccogliere fondi per Guglielmo, un bambino di 4 anni affetto da una rara forma di tumore, che subirà una costosa operazione. Peraltro erano appena le 20.30 di sera e la musica, per la quale sono stati  pagati i diritti SIAE, non era ad alto volume. Ce ne fossero vigili così solerti a Palermo, subito pronti ad accorrere alle chiamate dei cittadini! Forse Grosseto e Palermo avrebbero bisogno con urgenza di una sorta di gemellaggio o “scambio culturale”, simili a quelli operati nelle scuole: molti palermitani dovrebbero soggiornare a Grosseto per imparare il rispetto delle regole; ad alcuni grossetani farebbe bene vivere qualche settimana a Palermo per imparare, a loro spese, a essere più tolleranti.
Maria D’Asaro   (“Centonove” n. 28 del 18.7.2014)

3 commenti:

  1. Accidenti, mai sentito di una simile solerzia! Magari la persona che ha protestato era qualcuno di importante... (solita dietrologia italica!)

    RispondiElimina
  2. Meglio Palermo, a questo punto.

    RispondiElimina
  3. Condivido, Maruzza: capovolgere la clessidra Italia, di tanto in tanto, sarebbe un ottimo detergente contro le "incrostazioni" che non la lasciano brillare. Buona settimana!

    RispondiElimina