martedì 6 dicembre 2016

Mai 'na gioia ...

Les echelles en roue de feu - J.Mirò (1953)


  
       Sarà stato che è tornata a casa alle 16,30, affamata. 
O lo sguardo perso del suo alunno che è sempre lasciato solo.
O che da trent’anni spiega la I guerra mondiale, con le trincee, i morti e Giuseppe Ungaretti un’intera nottata/buttato vicino/a un compagno/massacrato/con la sua bocca/digrignata/volta al plenilunio
Oppure, che in Italia perdiamo sempre, qualsiasi cosa votiamo … O anche, diciamolo pure, la casa sempre vuota e troppo fredda …
Insomma: Mai ‘na gioia








7 commenti:

  1. Ma peccato cara Maruzza che sei lontana, se fossi vicina ti preparerei una buona merenda accompagnata con della bella musica, non metterei i miei amati Depeche Mode ma Leonard Cohen...lontana dai pensieri freddi ti direi che domenica sono andata in piccolo paesino nel Trentino allestito di presepi, uno di questi rappresentava la guerra in trincea, molto bello ed educativo per non dimenticare...e tu? Rideresti delle mie sdramma-stupiderie.
    Un forte cosmoabbraccio di voglio benissimo !!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Pippi, ma lo sai che quando c'era mia sorella Sally il Veneto e il Trentino erano la mia seconda casa?! Anch'io ho ammirato anni fa i presepi del Trentino ... Grazie del tuo cosmoabbraccio, particolarmente caldo, gradito e prezioso. Ti voglio bene.

      Elimina
  2. Rossana Rolando7 dicembre 2016 19:52

    Sì è così, soprattutto per “in Italia perdiamo sempre, qualsiasi cosa votiamo” … un misto di sentimenti che è difficile districare ed esprimere … il tutto però è ben evocato in questo piccolo efficacissimo post. Un caro saluto, Rossana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Rossana, grazie del suo saluto, che ricambio cordialmente. E grazie per aver colto sentimenti e sensazioni di fondo ... Buona festa, domani.

      Elimina
  3. C'erano tutte le premesse per arrivare a quello che tu efficacemente in poche battute racchiudi... E adesso continuano.

    RispondiElimina
  4. Uff, sì, confusione, gente rancorosa, discussioni inutili... giornate in cui è meglio starsene in casa con una bella tisana calda.

    RispondiElimina
  5. Avevo bisogno di un po' di buona musica che mi cullasse prima della nanna, il che mi ha portato a questo mitico e gustoso brano da te generosamente postato. Grazie, buonanotte.

    P.S.: A proposito, guarda QUI che bella evoluzione.

    RispondiElimina