lunedì 7 novembre 2016

Dimmi che toponomastica hai …

Pasquale Almerico
     
         A Palermo, come in altre città, abbondano vie dedicate a Vittorio Emanuele II e Umberto I, a luoghi e generali delle conquiste coloniali in Libia e in Etiopia nonché a militari legati alla vittoria nella prima guerra mondiale. L’analisi storica più recente ha fatto decantare l’entusiasmo verso alcune controverse vicende storiche di fine ‘800 e inizio ‘900. Ci si chiede allora se non sia il caso di rivedere l’attribuzione di piazze e strade a Tripoli, Crispi e al generale Arimondi; e di considerare invece l’opportunità, civica e storica insieme, di titolare luoghi significativi della città a persone che si sono distinte nella lotta eroica e generosa contro la mafia e per la giustizia sociale. Perché allora dedicare solo strade periferiche a Salvatore Carnevale e Accursio Miraglia e neppure una piazzetta a Pasquale Almerico, eroico sindaco di Camporeale ucciso nel 1957 per essersi rifiutato di ammettere nella D.C. un noto capomafia?


                 Maria D’Asaro, “100nove” n.41 del 3.11.2016

6 commenti:

  1. Ma sai cara Maruzza quante volte ho avuto questo pensiero ???
    Tutto il mondo è paese anche da noi le vie centrali portano ancora il nome di generali o re dei tempi di Marco-Caco storicamente discutibili...però sono contenta che una piazzetta è stata dedicata alla mia cara amica Alda Merini, ora aspetto una dedica anche per la Divina Margherita Hach !!!
    Ti voglio bene troppissimo,pippirippì !!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Pippi carissima! Hai visto che condividiamo anche le riflessioni sulla toponomastica ... Ottima la titolazione della piazza alla grande donna e poetessa Alda Merini; ovviamente anche l'astrofisica stratosferica, la grande Margherita, merita una via o una piazza. Ti voglio bene anch'io ... Cosmoabbracci.

      Elimina
  2. Rossana Rolando8 novembre 2016 19:59

    Pienamente condivisibile, per Palermo e per molte "altre città". Buona serata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rossana: grazie per la condivisione. Saluti cordiali.

      Elimina
  3. Qui pare che non funzioni più l'ufficio toponomastica, siamo addirittura senza nome nella via, rimosso per dei lavori di ristrutturazione e mai più ripristinato. Inutile parlare dei disagi. Viviamo pare nella totale dimenticanza...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Santa S. : e invece ci serve ricordare, rielaborare, scegliere. Un abbraccio da Palermo.

      Elimina