giovedì 7 dicembre 2017

Prosciutto crudo o mortadella?

         Ilaria, perchè scrivi con la matita? – Non voglio sciupare la penna, professoressa. – La motivazione potrebbe apparire ridicola: ma Ilaria tenta in ogni modo di risparmiare, visto che in famiglia sono in sette tra genitori e figli, e papà ha perso il lavoro. 
   Palermo è piena di poveri; quella con cui spesso si viene oggi a contatto è una povertà nascosta e dignitosa, a volte persino eroica. In una società il cui imperativo è essere belli, ricchi e vincenti, talvolta la nuova povertà ha pudore o paura a mostrarsi, quasi fosse una colpa, una lebbra di cui vergognarsi. E allora sono le sfumature a mostrarcela: ad esempio, uno sguardo goloso al panino con prosciutto crudo perché se ne sconosce il sapore, abituato solo alla mortadella; o la disperazione in farmacia perché un farmaco importante non è prescrivibile. 
     Cosa aspettano politica ed economia a trovare un rimedio per quest’ennesima dolorosa pandemia sociale?

                                                                                                                                Maria D’Asaro 
                                                     (sperando che "100NOVE" possa presto riprendere le pubblicazioni)

3 commenti:

  1. Rossana Rolando7 dicembre 2017 19:36

    Quanta sofferenza nascosta... Un caro saluto.

    RispondiElimina
  2. Cosa aspettano…. nulla se neanche sanno e si interessano a questi problemi, pensa come è messo il nostro Paese.

    RispondiElimina
  3. @Rossana e Daniele: è triste e scoraggiante vedere come la politica sia mille miglia lontana dalle sofferenze delle persone. Un caro saluto.

    RispondiElimina