martedì 10 agosto 2010

Jacek Yerka - Dreaming Surrealism

Come suggerisce una persona a me cara, Jacek Yerka, rispetto al più noto Vladimir Kush, è meno rassicurante e patinato. Qui la bellezza passa anche per un po' di inquietudine, c'è molto più Buzzati e Bosh; e poi, con i paesaggi di borghi impossibili, ricorda piacevolmente "Le città invisibili" di Calvino.


2 commenti:

  1. Complimenti per la proposta di questo bellissimo video (e la nascita di una nuova sezione del blog).

    p.s. ma nessuno ti ha fatto i complimenti anche per lo splendido gioco di parole sul titolo del blog: "mari-da-solcare"?

    RispondiElimina
  2. Ciao, mio carissimo amico dalle tante consonanti: grazie sempre per la tua attenzione affettuosa.
    Ho inserito altri due video.

    RispondiElimina