domenica 9 maggio 2021

Beato il "giudice ragazzino": laico credente e credibile

      Palermo – Non aveva neppure 38 anni Rosario Livatino, il giudice ucciso da quattro killer della ‘Stidda’, la mafia agrigentina, sulla Statale 640 Caltanissetta/Agrigento, mentre si recava senza scorta al Tribunale di Agrigento, il 21 settembre 1990.
     Il 9 maggio – stesso giorno in cui nel 1993 papa Giovanni Paolo II pronunciò alla Valle dei Templi l’anatema contro i mafiosi – il giudice sarà proclamato ‘beato’ nella Cattedrale di Agrigento, primo magistrato ad essere tale, nella storia della Chiesa cattolica.
     Tante pubblicazioni hanno attestato la statura etica di Livatino, esaltata anche dal film di Alessandro Di Robilant ‘Il giudice ragazzino’, con Giulio Scarpati nel ruolo del magistrato. Nel libro Rosario Livatino, un laico a tutto tondo (Di Girolamo, Trapani, 2021, € 10) Augusto Cavadi presenta la vicenda umana di Livatino da una prospettiva laica, valida quindi per credenti e non credenti. (continua su: il Punto Quotidiano)

Maria D'Asaro, 9.5.21, il Punto Quotidiano

(Il 9 maggio 1978 è stato un giorno tragico per l'Italia: ucciso dalle BR l'onorevole Aldo Moro e a Cinisi, dalla mafia, Peppino Impastato)

6 commenti:

  1. Chi contrasta seriamente Cosa Nostra viene ammazzato, come Falcone e Borsellino. Tutte le persone che rappresentano i partiti politici, la Magistratura e le Forze dell'ordine, mi sembra chiaro che non facciano il loro dovere fino in fondo e per questo vivono ancora.

    RispondiElimina
  2. L'assunto che bisogna essere uccisi quando si fa il proprio dovere mi sembra esasperato. Non si può arrivare a questi limiti assurdi.

    RispondiElimina
  3. Eppure è così. C'è l'esempio di Falcone e Borsellino.
    Succede anche con la camorra. Roberto Saviano vive nascondendosi.

    RispondiElimina
  4. Capisco l'amarezza di Franco ma resta giusta la beatificazione

    RispondiElimina
  5. Grazie per questa ricostruzione. Molto opportuna anche la "valutazione" del rapporto con la Chiesa. Buona serata.

    RispondiElimina